L’amore è un ristorante.

Pubblicato: 14 gennaio 2011 da Ro Bianchin in Editoriali della settimana

C’è quello che ama le cose dolci.

C’è quello che non si alza se non ha preso l’amaro.

C’è chi ordina primo, secondo, contorno, caffè, ammazzacaffè e tiramisù e si strafoga fino a farsi del male.

C’è chi ordina solo un piatto leggero.

C’è anche chi è abbonato alla solita minestra.

Avete mai notato che, tra l’altro, ognuno di noi mangia in modo differente?

Alcuni divorano tutto in pochi secondi, e in un attimo si son bruciati tutto.

Alcuni invece assaporano ogni pasto con lentezza e cerimoniosità, quasi fosse l’ultimo.

Altri non fanno che fermarsi davanti al menù all’ingresso, salvo poi proseguire e saltare il pranzo.

Molti non si fanno problemi, ed entrano a spron battuto anche quando non hanno intenzione di pagare.

Certa gente è l’eterna indecisa: ordina il primo, ma una volta ricevuto, si rende conto che avrebbe preferito il secondo.

Altrettante persone fanno una cosa deprecabile e antipatica: spizzicano dal piatto altrui, fottendosene dell’etichetta.

Alcuni sono gelosi del proprio dessert, e lo difendono con le unghie e con i denti, passando per scorbutici ed egoisti.

Altri offrono a tutti il proprio piatto, strafottendosene che magari a nessuno interessa.

E poi ci sono quelli che hanno problemi.

Quelli che non mangiano da secoli, e sembrano sempre affamati.

Quelli che, invece, di mangiare non ne possono più e promettono giurando e spergiurando che “d’ora in poi solo verdure”.

Quelli che se assaggiano qualcosa di proibito, poi accusano un malessere che spesso è tutta fantasia.

Quelli che inghiottono, inghiottono, inghiottono e in realtà non sanno manco cos’hanno nel piatto.

Quelli che mangiano per anni la stessa cosa, e d’un tratto, si rendono conto che no, non gli piace un cazzo.

Ed infine, i più pericolosi: quelli che si siedono in disparte, aspettano che tutti abbiano mangiato e poi, quando le cose si raffreddano – si avventano.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...