Storie d’ onor perduto tra i Pampers e i Babydry.

Pubblicato: 16 marzo 2011 da Ro Bianchin in Comunicazioni di servizio.

Venti milioni di anni di evoluzione per poi finire cosi’.Senza dignità.A provarci con le donne incinte nel peggiore dei reparti del supermercato: quello dei Pampers.Intendiamoci, non sono la sosia della Bellucci nè la fotocopia di Beyoncè, ma – pur con la mia sferica protuberanza occupata dal mio piccolo nuovo inquilino – faccio sempre la  mia “porca figura”.(libera citazione dal film “Fantozzi 2000”)
Sono li’, incerta se acquistare la confezione di 36 pannolini in pseudo-cotone-usa&getta a soli diciannove euro oppure se investire un paio di monete in più e comprare il megapaccozzo da 48 pannolini classici privi di nichel, cadmio e radon e di ogni sorta di minaccia chimica da sederino. Gli altoparlanti del supermercato diffondono musica chill-out (talmente out che non la ricorderei manco sotto tortura) e si avvicina l’ora dell’happy hour.Me ne accorgo dalla mole di vecchiette e di signori di una certa età che mi circonda: ormai sono rimasti solo loro, tutti i giovinastri sono usciti in caccia di prede a cui offrire mohito e caipirinha.
Il reparto pannolini è tranquillo e poco frequentato: realizzo che ho tutto il tempo di scegliere oculatamente quando -ops!- ne spunta uno.L’unico, l’ultimo rimasto.
Il single rampante che evidetemente non porta l’orologio e non si è accorto della magic hour: mi luma da lontano (certo, anche perchè se si avvicinasse si accorgerebbe che ho un paio di occhiaie che toccano le clavicole e una ricrescita che pare persino voluta) e – dimentico del fatto che fuori piove a dirotto e che i pavimenti del supermercato sono lucidissime piste da curling, arriva a passo strisciato.
Non si accorge – poveretto – che
a) Sono incinta,  e per questo ogni forma maschile (sia essa umana, sia essa Johnny Depp) mi stimola ormonalmente quanto un ghiacciolo ad un’eschimese.
b)Il reparto dei pannolini è quanto di piu’ triste e misero in cui tentare un approccio con sorriso a 32 denti
c) il pavimento è scivoloso.
Posso rivedere la scena al ralenty: lui si avvicina verso di me, sorride, si porta la mano ai capelli per darsi una ravvivata e mostrarmi il ciuffo ribelle e
SWIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIISHHHHH!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! °_°
Scivola rovinosamente a terra, lasciando una scia d’acqua manco fosse una lumaca.
Non riesco nemmeno a ridere.

Annunci
commenti
  1. lookia72 ha detto:

    Però come sei Sexxxxxxyyyyyyy 🙂 E son soddisfazioni! Come stai????

  2. chocolate tales ha detto:

    Ci sono alcuni esponenti della fauna maschile che trovano molto eccitanti le donne incinte.
    Quando uscivo con mia sorella, che era in evidente dolce attesa, notavo lo sguardo di parecchi ometti su di lei.
    E’ vero che era raggiante, bellissima, ma non credo che fosse per quello.
    Credo sia una fantasia abbastanza diffusa. L’idea di andare con una donna che sarà mamma, ma che per adesso è ancora e solo una donna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...